Piazza Garibaldi e Palazzo Mari a Concordia sulla Secchia

Committente: Comune di Concordia sulla Secchia (Modena)

Cronologia: 2016 concorso: I Premio; 2017 progetto definitivo – esecutivo; 2018 inizio cantiere

Gruppo di progetto: KM429 architettura - Simona Avigni e Alessio Bernardelli , Francesco Pergetti, Francesco Sabbatini

  

La catastrofe che ha colpito Concordia nel maggio 2012 deve essere l’opportunità per la comunità di riqualificare e rilanciare il Centro Storico e il Territorio: occorre aprire un nuovo capitolo, un nuovo inizio per non dimenticare. La nuova Piazza Garibaldi è una nuova Centralità, un cardine tra passato, presente e futuro; luogo fisico per produrre occasioni e iniziative per il rilancio e la rivitalizzazione del Paese stesso. La trasformazione di viale Garibaldi, strada urbana importante, ma priva di attrattività, a piazza urbana è la connessione ideale tra centro storico consolidato e le nuove previsioni del Piano della Ricostruzione, che collocano nuove funzioni pubbliche lungo la prosecuzione della via. Il ridisegno dello spazio urbano deve essere l’incipit e il minimo comune denominatore per intraprendere nuove azioni nel corso degli anni. Necessita iniziare dalla Piazza, luogo storico e simbolico per il cittadino, attuare la trasformazione urbana del Paese. Essa deve essere il fulcro e il legante per l’intero territorio comunale; deve sapere attrarre residenti e forestieri, rilanciare e valorizzare il commercio e soprattutto adattarsi negli anni alle esigenze come manifestazioni, fiere, mostre, mercati esprimendo un concetto di flessibilità urbana. Una piazza che è simbolo di  quel mix culturale tipico di un luogo di fiume, al confine tra province e regioni, spazio che accomuni i concordiesi e li distingua. Un nuovo simbolo per ripartire dalla tradizione.