Pierluigi Ghianda: dire, fare, levigare

Mostra al Politecnico di Milano - Spazio Mostre Archivi Storici

Campus Bovisa Edificio B 1 – Via Candiani, 72

Spazio Mostre Archivi Storici

Edificio B 1 – Via Candiani, 72

9 aprile – 8 giugno

mostra a cura di Mariano Chernicoff

prodotta da ASAB Archivi Storici Politecnico di Milano

 

Pierluigi Ghianda (Bovisio Masciago 1926-2015) è stato definito il “poeta del legno” per l’attenzione e la passione con cui lo lavorava. Con questa mostra Archivi Storici festeggia la donazione al Politecnico di Milano del fondo intitolato al maestro ebanista brianzolo Pierluigi Ghianda da parte delle figlie Beatrice, Maria Luisa e Serafina. Titolare dal 1946 di un grande laboratorio di falegnameria ereditato dal padre a Bovisio Masciago Pierluigi Ghianda (1926–2015) vi ha operato in oltre settant’anni coniugando tradizione e ricerca: tradizione dei saperi artigiani e di un lavoro “ben fatto” verificato e innovato giorno dopo giorno in laboratorio, ricerca raffinata dei materiali e delle forme nell’incontro con alcuni dei nomi che hanno fatto la storia del design. E i nomi sono quelli dei Castiglioni, di Gae Aulenti, Cini Boeri, Ettore Sottsass, Gianfranco ed Emanuela Frattini, Mario Bellini, Massimo Vignelli… E basterebbero questi nomi per dare l’idea dell’eccezionalità di un’esperienza dove il meglio della cultura e della maestria artigiana entrava in relazione stretta con il disegno della modernità. La mostra, che anticipa un allestimento permanente dedicato a Pierluigi Ghianda nel Campus dove ha sede la Scuola del Design del Politecnico, intende ripercorrere, nello spirito del Maestro, il passaggio dalla materia, nella sua umiltà ed eloquenza, fino al prodotto finito. Partendo dal tavolo del laboratorio di Bovisio Masciago con i suoi strumenti di lavoro è così proposto il percorso che dal semilavorato conduce al risultato ultimo attraverso una scelta di complementi di arredo, di modelli di studio, disegni, fotografie e video a evidenziare anche le originali soluzioni tecniche, spesso celate nella perfezione del manufatto, nate nella ricerca di ogni giorno e nell’amore per una materia viva e inesauribile come il legno.

0101 0404 0505 0505 0606

0909

 

0202 0303 0505 0505

0606 0707 0808 010010

Didascalie immagini

01d Gae Aulenti, “Portasapone”, 1990. Pero – Disegno realizzato da Claudia Scarpa e Mauro Fabbro

02 Gae Aulenti, “Prototipo di sedia”, s.d.

03 Albert Barokas, “Portariviste pieghevole”, 1990. Pero

04d Cini Boeri, “Libreriagirevole”, 1989. Pero – Disegno realizzato da Claudia Scarpa e Mauro Fabbro

05d Gianfranco Frattini, “Kioto”, 1974. Faggio naturale o ebanizzato – Disegni realizzati da Claudia Scarpa e Mauro Fabbro

06d Gianfranco Frattini, “Paravento”, 1975. Canne di frassino laccato, piegate a caldo – Disegno realizzato da Claudia Scarpa e Mauro Fabbro

07 Vico Magistretti, “Sedia Pan”, 1980. Faggio

08 Angelo Mangiarotti, “Scultura”, 1987. Legno Alpi (elaborazione di Angelo Mangiarotti)

09 Livio e Piero Castiglioni “Segavento”, 1981. Faggio – Disegno realizzato da Claudia Scarpa e Mauro Fabbro

010 Lella e Massimo Vignelli “Sedia Acorn”, 1979.

 

Nota: La foto di Pierluigi Ghianda è realizzata da Giovanna Dal Magro. I disegni sono stati realizzati da Claudia Scarpa e Mauro Fabbro